Notoriamente berlinese ma in realtà cittadina del mondo, Ellen Allien è dj, produttrice e discografica: per la sua etichetta Bpitch Control ha pubblicato i tre album “Stadtkind”, “Berlinette” e “Thrills”, oltre ad aver scoperto e messo sotto contratto importanti produttori come i Modeselektor, Kiki, Tomas Andersson e Sascha Funke. Affermatasi come figura centrale del suono elettronico mitteleuropeo attraverso l’incessante attività di dj e le sue produzioni, Ellen continua a ridefinire la sua identità attraverso le più varie ed innovative sfumature del suono techno -sul suo sito descrive il proprio stile come “hypnotic sequencies/elechtech/abstract” e condividendo questa passione con il suo sempre più numeroso ed attento pubblico. La techno come “musica del futuro”, come simbolo dei cambiamenti testimoniati direttamente da Ellen nella sua Berlino quali effetti derivanti dagli eventi del 1989: la caduta del muro ha dato slancio alle occupazioni di spazi, ai più originali impulsi creativi e al rinnovamento culturale di cui Berlino sta tuttora beneficiando, fino ad essere definita da qualche anno l’ideale capitale della musica elettronica mondiale. Dopo aver prodotto un remix per Beck (”Cellphone’s Dead“), nello scorso maggio Ellen ha pubblicato una compilation missata per la collana curata dal noto club londinese Fabric -la 34a della serie-, con una spettacolare scaletta che spazia da Larry Heard ai Cobblestone Jazz, da Thom Yorke al suo collaboratore Apparat (con il quale nel 2006 aveva firmato l’acclamato album “Orchestra Of Bubbles”), mentre il suo nuovo singolo su Bpitch Control, intitolato “Go“ è già diventato un “must” dei dancefloor 2008!

http://www.myspace.com/ellenallien