Mia, trasferitasi a Berlino nel 2004 dalla sua città Colonia, non dev’essere confusa con la cantante angloindiana di Grime nè con la omonima rock band tedesca.
Mia inizia a lavorare come dj alla metà degli anni ’90. Influenzata in principio dal suono di Colonia per eccellenza, la minimal techno, Mia si guadagna ben presto stima e rispetto per le sue esibizioni cariche di emozione e coinvolgimento.
La sua passione verso la produzione musicale la spinge ha fondare nel 2000 una propria etichetta discografica, la Sub Static, che gestisce insieme a Falko Brocksieper. I primi lavori di Mia sono caratterizzati da sonorità profonde e cupe, molto diverse dalle sottili e pungenti melodie degli album successivi.
Ben presto molte altre etichette, tra cui Traum Schallplatten, Kompakt e Trapez si sono interessate a questa mistica producer techno, facendole così acquisire una confidenza sempre più marcata con il dancefloor. Dopo molti remixes per Contriva, The Modernist, Jake Fairley, Basteroid, Skua Lovelle ed altri, Mia debutta con il suo primo LP "Schwarzweiss" nel 2004. In questo lavoro riesce ad arricchire il suo stile personale con sottili e penetranti influssi acid, che si ritrovano perfettamente armonizzati alle ritmiche techno nel suo ultimo lavoro "Bittersuess" (dolce-amaro), un titolo che esprime gli estremi del suo mondo.

www.myspace.com/substaticmia